CHI SIAMO

La Residienza di produzione Tetrale I.DRA-Independent DRAma Residence, è un luogo, una idea ed una modalità di produrre, organizzare e fare teatro.

L’Idra, animale mitologico a sette teste ognuna delle quali se recisa ne faceva crescere altre tre, rappresentò una delle dodici fatiche di Eracle ed la sua immagine ben rispecchia l’essenza del nostro progetto. Si tratta, infatti, di un Residenza multidisciplinare in cui molte “teste” si intrecciano nella prospettiva di un nuovo modo di creazione artistica all’insegna della indipendenza produttiva. Ed ancora la pervicacia con cui l’essere mitologico si rigenera vuol indicare la nostra volontà di essere sempre adeguati alla contemporaneità alla ricerca di nuove forme di rappresentazione. L’Idra, quindi, non è per noi un mostro ma una sfida alla contemporaneità.

I.DRA-Independent DRAma Residence è nata dalla naturale trasformazione di una compagnia di professionisti che nel 1998 fondano il Teatro Inverso -ora comagnia residente della Residenza. Dal 2008 la compagnia è vincitrice del bando della Fondazione Cariplo ETRE che la trasforma a tutti gli effetti in una residenza di produzione teatrale . Dal 1998 la sua attività è cresciuta esponenzialmente grazie alla cooperazione con Teatri ed enti provinciali, regionali e nazionali. I.DRA si è adoperata per ricercare una nuova formula organizzativa capace di affrancarla dai finanziamenti statali che hanno sempre soffocato le compagnie italiane ed al contempo che garantisca una continuità lavorativa.

I.DRA-Independent DRAma Residcence ha due aree di interesse: la produzione di performances e l’organizzazione di eventi secondo un unico progetto artistico.
Produzione: dal 1998 il Teatro inverso ha prodotto e cooprodotto 14 spettacoli con registi nazionali ed internazionali (Davide D’Antonio, Heidrun Kaletsch, Francois Kahn, Daniela Visani, Roberta Moneta, Alessandro Quatttro/Mor…) che riflettono tutti su due elementi fondamentali: la ricerca di nuovi spazi per il teatro ed una nuova prassi per una drammaturgia rinnovata.
Il Teatro Inverso ha partecipato a diversi festival e premi nazionali quali Scena Prima, Festival di Rovigo, Festival di Volterra, Premio Scenario.
Organizzazione: Sul versante organizzativo vogliamo ricordar i progetti: OLTRETUTTO primo festival bresciano finanziato dal Comune di Brescia e Provincia di Brescia; ALLORA E ADESSO in collaborazione con il Comune di Brescia per la commemorazione della strage di piazza Loggia; FROM evento di teatro, danza e musica sull’immigrazione prodotto dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Brescia e dal Dipartimento Affari Sociali, Presidenza dei Ministri, Ministero del Lavoro, WHOLESALE (evento dell’indicibile) un progetto sullo sterminio degli ebrei realizzato in Polonia ed in Italia in collaborazione con Regione Lombardia, Provincia di Brescia, Comune di Brescia, CGIL, Comunità europea e con l’Alto patrocinio del Presidente della Repubblica. Nel 2002/3 il Teatro inverso incomincia a realizzare una progettualità tesa a valorizzare le forme del teatro nelle strutture non prettamente teatrali ed organizza, quindi, il Corso di Formazione per Pedagoghi teatrali negli enti museali in collaborazione con Provincia di Brescia e la Pinacoteca Internazionale dell’età evolutiva e nel 2003/2004 il Corso di orientamento teatrale finanziato dal Fondo Sociale Europeo[FSE] e fornisce tutto lo staff tecnico per il Corso di Animatore sociale sul Territorio sempre coi finanziamenti della Comunità Europea. Sullo stesso filone di ricerca in collaborazione con la Provincia di Brescia nel 2004 verrà organizzato la Rete Provinciale di Teatro negli ospedali

Tre sono i progetti che si rinnovano annualmente annoveriamo:
1.Il Festival Fiabe e contaminazioni: progetto di performing art con le più innovative tendenze della creatività nazionale ed internazionale
2. Stagione IDRA: una vetrina aperta per creare un luogo empatico dove il territorio può confrontarsi e crescere
3. Laboratori teatrali in collaborazione con ITM: una laboratorio permanente di teatro
4. Bando Urgenze: un progetto di interscambio per stimolare un rifressione nella nuova drammaturgia italiana

I.DRA è Davide D’Antonio, regista ed attore diplomato all’Akzent (Berlino), Gianbattista Schieppati, drammaturgo selezionato tra i vincitori del Premio Calvino, Giovanni Zani organizzatore e amministratore tra l’altro di Art for the World, Daniela Visani attrice e regista. Ma insieme al gruppo collaborano una serie di artisti il cui contributo è riconosciuto come essenziale quali danzatori videoartisti (Moira DallaFiore) e musicisti (Roberto Perata www.robertoperata.it, maestro presso la Scala di Milano), light designer (Stefano Mazzanti www.stefanomazzanti.it).